Point a Saronno: 02.45073911

Samsung Galaxy Note 7 certificato in Russia

Il prossimo smartphone Galaxy Note7 di Samsung è stato certificato in Russia. Il dispositivo che ha ricevuto la certificazione il 29 giugno 2016 porta come numero di modello SM-N930FD, che significa che è una variante dual SIM (lo identifica la ‘D’ alla fine). Questa certificazione arriva circa un mese prima la data in cui è previsto l’annuncio ufficiale del Galaxy Note7, il che suggerisce che l’azienda sudcoreana prevede di lanciare il dispositivo in Russia senza aspettare troppo tempo dopo la presentazione – il Galaxy Note5 lo scorso anno in Europa è arrivato mesi dopo il debutto negli USA, e Galaxy S7 e Galaxy S7 edge sono stati certificati in Russia un paio di settimane dopo che sono stati resi ufficiali.

Nella giornata del 26 giugno il noto leakers Evan Blass ha pubblicato una foto su Twitter di quello che sembra essere un logo ufficiale del Galaxy Note 7, andando apparentemente a confermare il nome del prossimo phablet top di gamma di Samsung. Anche se il marchio avrebbe potuto essere facilmente falsificato da chiunque con una minima conoscenza di Photoshop, Blass in passato si è rivelato una fonte affidabili per molte anticipazioni (ma non tutte).

Il prossimo phablet top di gamma della Samsung, sia esso Note7 o Note6, sarà annunciato il 2 agosto, almeno secondo un poster trapelato per un evento ‘Samsung Unpacked 2016′ in programma in quel giorno a New York. La data è plausibile: andando indietro nel tempo, il Note 3 è stato annunciato il 25 settembre 2013, il Note 4 il 3 settembre 2014, e Note5 il 13 agosto del 2015.

Tutti i rapporti recenti suggeriscono che la sesta generazione di phablet Galaxy Note sarà effettivamente chiamata Galaxy Note7 al fine di recuperare il ritardo con la serie Galaxy S7.

Le ultime informazioni dicono che Samsung starebbe ordinando ai propri fornitori i componenti interni per il Galaxy Note7. Se tutto andrà come previsto il phablet dovrebbe entrare in produzione di massa nel mese di luglio con il primo lotto di spedizioni pronto per il mese di agosto.

Le ultime stime riferiscono 2,5 milioni di unità spedite ad agosto e altrettante a settembre – per un totale di 5 milioni di phablet Galaxy Note7 spediti entro la fine di settembre. Per confronto, lo scorso anno il Galaxy Note5 non era nemmeno inizialmente disponibile in Europa, con Samsung che ha avuto bisogno di tre mesi per raggiungere quota 5 milioni di unità pronte.

Secondo un rapporto da GSMHelpDesk di fine giugno, Samsung lancerà il Galaxy Note 7 con un display curvo dual-edge da 5,8 pollici di risoluzione QHD e della tipologia Super AMOLED, una variante del processore Exynos 8 con clock più elevata, 6GB di RAM, una fotocamera migliorata dual-pixel da 12 megapixel con autofocus a rilevazione di fase insieme ad alcune nuove funzioni esclusive, e una batteria da 4.000 mAh.

Il Galaxy Note7 dovrebbe essere annunciato il 2 agosto ad un evento speciale UNPACKED a New York.

Mancano ancora delle settimane prima di conoscere il prossimo Galaxy Note7) di Samsung ma gia’ da mesi si tratta di quelle che potrebbero essere le specifiche del sesto membro della famiglia Galaxy Note di Samsung atteso al debutto quest’anno.

Si dice che Samsung potrebbe anticipare il lancio di Note 6 rispetto al periodo di settembre è il successo ottenuto dai recenti Galaxy S7 e Galaxy S7 edge, che hanno venduto una stima di 10 milioni di unità nel primo mese, stesso tempo impiegato lo scorso anno da Galaxy S6 e Galaxy S6 edge per raggiungere 3 milioni di unità vendute.

Samsung ha tradizionalmente rilasciato i nuovi telefoni della linea Galaxy Note alla fiera IFA a Berlino nel mese di settembre, eccezion fatta lo scorso anno quando il Note5 è stato anticipato in Agosto. Quest’anno, secondo voci, non è da escludere che il Galaxy Note 6 uscirà ancora prima, forse il 2 Agosto. In ogni caso, ci si puo’ aspettare l’annuncio del Galaxy Note 6 diverse settimane prima dell’annuncio di iPhone 7 da parte di Apple, questo atteso entro la prima metà di settembre.

IL NOME POTREBBE ESSERE GALAXY NOTE 7. Secondo una “fonte credibile coreana” citata da Sammobile a fine maggio, il prossimo phablet di Samsung, che stiamo tutti aspettando col nome di Galaxy Note 6, non sarà chiamato così come tutti si aspettano ma, invece, si chiamerà Galaxy Note 7. Perchè? Ci sono piu’ di una sola ipotesi.

Il primo motivo potrebbe essere per uniformare i nomi dei device top di gamma di Samsung. Dal momento che le ultime generazioni di phablet della famiglia Galaxy Note di Samsung sono state delle versioni piu’ professionali e con l’aggiunta di una S-Pen e tutte le funzionalità legate al pennino rispetto al modello di smartphone Galaxy S in vendita lo stesso anno, è logico pensare che debba chiamarsi Galaxy Note 7 la versione phablet del Galaxy S7 quest’anno.

Ci potrebbe essere anche una seconda spiegazione, questa piu’ commerciale. Samsung potrebbe decidere di chiamare il suo prossimo phablet Galaxy Note 7 per competere meglio contro la concorrenza dei prossimi iPhone 7 e iPhone 7 Plus attesi da Apple questo autunno. Un consumatore che segue poco il mondo della tecnologia ma che si lascia molto influenzare dalla pubblicità potrebbe percepire il ‘Galaxy Note 6′ come di una generazione piu’ vecchia rispetto ad un ‘iPhone 7’.

Fino a prova contraria, continueremo a chiamare il prossimo phablet di Samsung ‘Galaxy Note 6′ a seguire.

Il noto leakers Evan Blass su Twitter ha cinguettato che il prossimo phablet di Samsung sarà disponibile per gli acquirenti negli Stati Uniti nella settimana del 15 agosto. Il Galaxy Note 5 è stato rilasciato il 13 agosto dello scorso anno in America del Nord, un mese prima del lancio di iPhone 6s. Nel 2014, il Samsung Galaxy Note 4 è stato lanciato allo stesso tempo di iPhone 6.

Nel frattempo, i ragazzi di Sammobile in data 8 aprile 2016 hanno “confermato esclusivamente” che il corpo di Galaxy Note 6 sarà certificato IP68, proprio come il Galaxy S7, quindi resisterà all’acqua in immersione. Inoltre, si concretizza sempre piu’ l’ipotesi della presenza di uno scanner dell’iride.

Stando a quanto raccolto dalle indiscrezioni sul prossimo Galaxy Note 6 dall’inizio dell’anno, lo smartphone sarà come qui sotto descritto.

USB Type-C invece che microUSB

Samsung utilizzerà un connettore USB Type-C invece che microUSB sul prossimo Galaxy Note 6, secondo SamMobile.

Display previsto su Samsung Galaxy Note 6

Il prossimo Galaxy Note 6 sarà costruito attorno ad un display AMOLED da 5.8 pollici Slim RGB con risoluzione QHD (1440 x 2560 pixel) con 1024 punti di pressione.

La scelta di definire la matrice dei colori ‘Slim’ non è casuale, in quanto suggerisce che una nuova tecnologia di produzione di display potrebbe arrivare con Samsung. Il display aumenterebbe dagli attuali 5.7 pollici di diagonale a 5.8 pollici, quindi un cambiamento minimo (+0.1 pollici).

Memoria su Samsung Galaxy Note 6

Riguardo le altre specifiche, il Galaxy Note 6 è previsto arrivare con 6 GB di RAM, una quantità apparentemente esagerata ma non impossibile: Samsung ha scelto di avere 3 GB di RAM negl Galaxy S6 mentre il Galaxy Note 5 ha 4GB di RAM. Inoltre, Samsung ha recentemente annunciato di aver iniziato la produzione di massa di chip RAM 12Gb LPDDR4 utilizzando un processo a 20 nm, quindi non avrebbe problemi a produrre anche un taglio da 8GB.

Galaxy Note 6 dovrebbe essere reso disponibile nelle varianti con 64 GB o 128 GB di memoria interna, in vista della possibile mancanza di uno slot microSD.

Processore su Samsung Galaxy Note 6

Per quanto riguarda il cuore dello smartphone, il Galaxy Note 6 dovrebbe arrivare in due varianti differenti in base alla SoC, una con chip Snapdragon di Qualcomm e una con chip Exynos di Samsung.

I modelli precisi di chip è ancora presto per saperlo, ma al momento le piu’ recenti SoC sono Snapdragon 820 di Qualcomm e Exynos 8890 di Samsung – i processori che alimentano i nuovi Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge.

Secondo alcune indiscrezioni provenienti dalla Cina, tuttavia, il successore del Samsung Galaxy Note5 sarà alimentato da chipset Snapdragon 823 di Qualcomm, che dovrebbe essere una versione migliorata del chip 820 che oggi alimenta top di gamma come HTC 10, LG G5 e Samsung Galaxy S7.
Fotocamera su Samsung Galaxy Note 6

Riguardo la fotocamera, Galaxy Note 6 si prevede avrà un nuovo sensore da 12 MP con sistema Super OIS Plus – stesso previsto per Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge. OIS Plus si dice che andrà a migliorare in maniera importante la stabilizzazione dell’immagine a 5 assi.

S-Pen su Samsung Galaxy Note 6

Immancabile, Galaxy Note 6 avra’ una S Pen, ancora non sappiamo se la stessa del Note 5, ma di recente è stato concesso a Samsung un brevetto in cui si descrive una S-Pen che puo’ essere utilizzata anche come cavalletto per lo smartphone.
Scanner Iride su Samsung Galaxy Note 6

Nel sito Zauba che solitamente anticipa futuri telefoni grazie alla pubblicazione dei documenti di importazione di dispositivi da testare viene indicato che un modulo per dispositivi mobili chiamato IRIS CAM (PARTS FOR SAMSUNG MOBILE CAPTIVE USE) è stato spedito dalla Corea del Sud verso l’India in data 6 aprile 2016 per effettuare dei test.

Questo potrebbe indicare che Samsung sta testando un suo modulo di scanner dell’iride nel suo reparto di ricerca e sviluppo con sede in India, modulo che potrebbe debuttare nel prossimo Galaxy Note 6.

Certificazione IP68 Samsung Galaxy Note 6

Sammobile in data 8 aprile 2016 ha “confermato esclusivamente” che il corpo di Galaxy Note 6 sarà certificato IP68, proprio come il Galaxy S7, quindi resisterà all’acqua in immersione in un metro e mezzo di acqua per mezz’ora al massimo. “Abbiamo ricevuto informazioni che confermano che il Galaxy Note 6 sarà resistente all’acqua come il Galaxy S7” ha riportato il sito.
Samsung Galaxy Note 6 Lite

Secondo indiscrezioni emerse all’inizio del mese di maggio, il Galaxy Note 6 sarà disponibile anche nella versione ‘Lite’, che dovrebbe essere una versione piu’ economica del prossimo Galaxy Note 6 e, di conseguenza, sarà meno potente e offrirà qualcosa di meno rispetto al modello originale.


Commenta l'articolo