Point a Saronno: 02.89038729

Samsung Galaxy S8, un mostro di potenza? 8 GB di RAM e fino a 256 GB interni UFS 2.1

Samsung Galaxy S8 potrebbe esordire con 8 GB di memoria RAM LPDDR4. È quanto riportano le più recenti indiscrezioni sul top di gamma del produttore coreano che dovrà cancellare nella mente degli appassionati di smartphone il flop mondiale di Galaxy Note 7.

È per questo che in quel di Seoul avrebbero deciso di optare per un quantitativo simile di memoria da accoppiare a banchi di memoria interna di tipo UFS 2.1: ancora più performanti grazie a velocità di lettura e scritture più alte e tempi di latenza ridotti.

La capacità, inoltre, crescerebbe fino a 256 GB ma non è chiaro se sarà presente ancora il supporto alle schede MicroSD per espandere la memoria. A gestire questi quantitativi di memoria ci sarà un chip a 10 nanometri che al contrario di quanto ipotizzato precedentemente, continuerà a differenziarsi in base ai mercati: Galaxy S8 in versione europea dovrebbe esordire con il System On Chip autoprodotto Exynos 8895 mentre il modello destinato agli Stati Uniti e alla Cina con il SoC Snapdragon 835 di Qualcomm.

Un chip che in realtà verrà prodotto da Samsung considerate le competenze raggiunte nelle sue fonderie nei processi produttivi a 10 nanometri e che hanno portato Qualcomm a stringere un accordo con il prodotture coreano. In ogni caso, entrambi i SoC dovrebbero poter contare su un processore con architettura Octa Core potente grazie ad una modalità speciale che stresserà le componenti ma allo stesso tempo meticolosa nella gestione delle risorse come la batteria, che avrà il supporto alla ricarica rapida di ultima generazione.

Il resto della scheda tecnica, gestita da Android in versione 7.0 Nougat con interfaccia personalizzata, ma soprattutto intelligente grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale che dovrebbero apprendere le scelte dell’utente e suggerirgli le azioni più appropriate grazie ad un assistente personale sempre presente, comprenderebbe una doppia fotocamera posteriore con sensori da 20 MegaPixel, una cam anteriore con autofocus, speaker hi-fi, un lettore di impronte digitali ultrasonico abbinato forse ad uno scanner dell’iride.

Sono ancora confuse, invece, le informazioni sulla sua presentazione che non si terrebbe al Mobile World Congress di Barcellona ma nel corso di un Galaxy Unpacked interamente dedicato al Galaxy S8, che dovrebbe tenersi a New York nel mese di Aprile. Il tutto venduto ad un prezzo che potrebbe essere vicino a 950 dollari per il modello più performante: più caro di quello di Galaxy S7 Edge al suo esordio.


Commenta l'articolo